lucianopozzi.net logo

CAVALLI D'ACCIAIO

IL FINE DI QUESTO LAVORO SVOLTO FRA IL 2006 E IL 2009 E' STATO QUELLO DI UN VIAGGIO IN UNA TERRA PICCOLA COME IL FRIULI VENEZIA GIULIA DOVE IN POCHI KILOMETRI QUADRATI SONO PRESENTI MARE,PIANURE,LAGHI ,COLLINE,MONTAGNE,FIUMI,ATTRAVERSO LE POSSIBILITA' OFFERTE DA UNA RETE FERROVIARIA CHE ARRIVA PRATICAMENTE DAPPERTUTTO E CHE SERVENDOSI DELLE VOCI DELLA LETTERATURA RIESCE A METTERE L'OSSERVATORE NELLA CONDIZIONE DI SAPER SCORGERE ORIZZONTI E MONDI COMPLETAMENTE SCONOSCIUTI RISPETTO A TUTTO QUELLO CHE SI CREDEVA DI AVER ORAMAI GIA' ESPLORATO. A TAL FINE LO SCOPO DELLA POESIA E DELLA PROSA FUNGE DA MOTORE ISPIRATORE ALLA RISCOPERTA DI UN AMBIENTE IN CUI LA STORIA E IL SUCCEDERSI DI EPOCHE DIVERSE HANNO CONTRIBUITO AD OFFRIRE UN PANORAMA CHE SPESSO SOLAMENTE L'ELEMENTO TRENO RIESCE A COGLIERE NELLE SUE SFUMATURE PIU' CARICHE E PROFONDE . A FRONTE DI CIO' NON RISULTA CHE ESISTA TUTTAVIA UNO STUDIO AUTOREVOLE E AGGIORNATO SUL TRENO E LA FERROVIA NELL'AMBITO DELLA LETTERATURA ITALIANA: FORS LA RARITA' DI SIMILI STUDI E' LA CONSEGUENZA DI UN INTERESSE MOLTO TIEPIDO NEI CONFRONTI DI ARGOMENTI AD IMPOSTAZIONE MIRATAMENTE TEMATICA. IL DATO EMERGENTE E' INSOMMA QUELLO DI UNA PRESENZA COMPLESSIVA ASSAI RARA CIRCA IL TEMA DEL TRENO NELLA LETTERATURA ITALIANA A FRONTE DI UNA COMUNQUE FORTE PRESENZA DELLA FERROVIA NEL PAESAGGIO SOCIALE ED ECONOMICO DEL PAESE, SEGNO DEL PREVALERE DI UNA CERTA TENDENZA INTELLETTUALE E LETTERARIA A CERCARE RIFUGIO IN AMBITI IDILLIACI E NOSTALGICI PIU' CHE MAI TESI A PREFERIRE AGGANCI CON GLI SPESSORI DEL PASSATO.
NONOSTANTE CIO' LO SFORZO HA POTUTO COMUNQUE CONCENTRARSI SULLE TESTIMONIANZE POETICO LETTERARIE LASCIATECI DA PERSONAGGI COME CARDUCCI,GADDA,SVEVO,PASCOLI,PIRANDELLO,PASOLINI. MA QUALI SONO GLI AGGANCI TRA POESIA E L'ELEMENTO TRENO, QUALI SONO I PRESUPPOSTI AFFINCHE' QUEST'ULTIMO POSSA OFFRIRE ALLA POESIA GLI STRUMENTI IDONEI AD APPARIRE SOTTO UNA VESTE DIVERSA O MAGARI MAI VISSUTA PRIMA? NON DIMENTICHIAMO CHE LA COMPARSA DELLA FERROVIA NEL PANORAMA MODERNO NON SUSCITO' REAZIONI SOLAMENTE FAVOREVOLI SUL PIANO SOCIO CULTURALE DAL MOMENTO CHE SI PRESENTAVA COME ELEMENTO DESTABILIZZANTE SU MODELLI IDEOLOGICI ED ESISTENZIALI MATURATI NEL CORSO DI EPOCHE E QUINDI POCO DESTINATI AD ESSERE FACILMENTE MISCONOSCIUTI.
NON SOLO,LO SCOPO NON POTEVA ESSERE ALTRESI QUELLO DI UNA PIU' O MENO ORIGINALE OPERA DI DOCUMENTAZIONE DEL TERRITORIO ATTRAVERSO LE RAMIFICAZIONI DELLA FERROVIA, TUTTO CIO' SI SAREBBE SICURAMENTE PERSO NEI MEANDRI DI UN ESPERIMENTO SCONTATO PER RETORICA E DEMAGOGIA.
IL PROBLEMA FU SEMMAI QUELLO DI SCOPRIRE COME IL TRENO SIA IN GRADO DI INCIDERE NEL VISSUTO DI OGNUNO DI NOI,SCOPRIRE COME L'ESPERIENZA DI UN VIAGGIO A VOLTE IMPORTANTE O A VOLTE RIPETITIVO POSSA D'IMPROVVISO RIVELARE CONTENUTI TOTALMENTE NUOVI NEL PANORAMA INTIMO DI OGNUNO : L'ATMOSFERA DI UNO SCOMPARTIMENTO VISSUTO ATTRAVERSO LA COMPAGNIA DI UNO O PIU' SCONOSCIUTI PORTA A SCOPRIRE DENTRO E FUORI DA QUEL FINESTRINO UN PROFILO DI NOI DEL TUTTO INEDITO, MAI SOSPETTATO PRIMA,PROPRIO PERCHE' PRIGIONIERI DI UNA DIMENSIONE QUOTIDIANA SPESSO INCAPACE DI LIBERARSI DELLA CECITA' DELLA ROUTINE : SI, PERCHE' IL TRENO E' UNA METAFORA DELLA VITA COME NE ESISTONO POCHE: LA VITA E' UN VIAGGIO, COSICCOME SI PUO' VIAGGIARE ANCHE IN PIEDI, IN AUTOBUS, METROPOLITANA , MA SOLO IL TRENO HA QUELLA MAGIA CHE CONTRIBUISCE A FARTI CAPIRE CHE IN QUELLA ATMOSFERA C'E' DAVVERO TUTTO:L'ALLEGRIA DI UN SUONO SCANDITO DAL PASSAGGIO SUI BINARI,COMPAGNIA MA ANCHE SOLITUDINE, LIBERTA' ALL'INTERNO DI LEGGERE COME DI ASCOLTARE MUSICA,DI PARLARE COME DI DORMIRE,MENTRE ALL'ESTERNO PUO' ESSERE INTERPRETAZIONE LIBERA DI UNA REALTA' DESTINATA AD ESSERE FILTRATA LIBERAMENTE NEGLI SPIRAGLI PIU' REMOTI DELLE NOSTRE COSCIENZE. IL TRENO E' VELOCITA' MA ANCHE LENTEZZA, ANTICHITA' MA ANCHE MODERNISMO,ARRIVO E PARTENZA,INIZIO, FINE E ANCORA INIZIO. COSICCOME IL TRENO HA QUALCOSA DI DOLENTE E INSIEME DI DOLCE CHE NIENTE ALTRO RIESCE AD AVERE: SE SALUTI QUALCUNO DAL FINESTRINO TI SI APRE UN CASSETTO DELL'INCONSCIO CHE RENDE QUEL MOMENTO SOLENNE ED IMPORTANTE E MAGARI STAI SOLO SALUTANDO UNA PERSONA CHE POTRESTI RIVEDERE DI LI A POCHE ORE. SALUTARE DA UN FINESTRINO DI UN TRENO IN PARTENZA E' UNA DI QUELLE IMMAGINI PROVENIENTI DALLA PROFONDITA' DEL TEMPO CHE CI ACCOMUNA TUTTI IN UNA FAVOLA MISTERIOSA.
E NON VA DIMENTICATA UN'ALTRA COMPONENTE: NEL VIAGGIO IN TRENO C'E' UN CLIMA DI SPONTANEA SOLIDARIETA': SI FINISCE PER APPARTENERE AD UN GRUPPO, SENTI I DISCORSI DEGLI ALTRI, HAI FINALMENTE IL TEMPO PER PARLARE CON GLI ALTRI,HAI IL TEMPO ANCHE PER LITIGARCI, GLI INTOPPI E I RALLENTAMENTI COINVOLGONO TUTTI.
IL TRENO INSOMMA RIESCE AD ESSERE VITA NELLA VITA, PROPRIO COME UNA IMMENSA FAVOLA DESTINATA ALLA FANTASIA DI UN BAMBINO MAI SAZIO.

IL TRENO E LA NOTTE

IL NOSTRO VISSUTO CAMBIA QUASI IMPERCETTIBILMENTE DI NOTTE RISPETTO AL GIORNO: CIO' CHE DI GIORNO CI APPARE REALE,DI NOTTE SI TRASFORMA IN UNA ENTITA'FANTASTICA,PROIETTATA IN UNA DIMENSIONE IRREALE,TUTTA DA DECIFRARE.LA NOTTE E' QUELLA PROMESSA DI DIO CHE SEMPRE TI ASPETTI,CHE ANCORA NON CONOSCI NELLA SUA INTEREZZA MA CHE SEI SEMPRE MALEDETTAMENTE TENTATO DI TOCCARE APPENA CON MANO.LA NOTTE PARTE CON LE SEMBIANZE DELLA MORTE,DI CIO' CHE ANCORA NON CONOSCI MA CHE TUTTAVIA MALEDETTAMENTE TI AFFASCINA,PROPRIO COSI, LA NOTTE CI COLPISCE PERCHE ' STIMOLA MAGGIORMENTE LA NOSTRA EMOZIONE:IN LEI E' PIU' FACILE COGLIERE LA DIMENSIONE TRASCENDENTE IN OGNI ESSENZA,NEL DIVINO COME NELL'UMANO. LA NOTTE E' IL MOMENTO PIU' PROPIZIO PER L' ISPIRAZIONE DI POETI ,ARTISTI,GENI E QUALUNQUE ALTRO ESSERE UMANO:L'ISPIRAZIONE ALLORA NON E' CHE IL PRESUPPOSTO NECESSARIO A UNA NUOVA CREAZIONE .
LA CREAZIONE DI UN OPERA E' SEMPRE IL RIFLESSO DI UN PERICOLO DI CIO' CHE APPARE PARALLELAMENTE SU SCALA COSMICA.
LA NOTTE INSOMMA E' IL MOMENTO PIU' ADATTO PER IL COMPRENDERSI DI QUESTA MAGIA.IN ESSA SI CREANO LE CONDIZIONI PERCHE' L'UMANO POSSA REALIZZARE IL COLLEGAMENTO CON LA SUA DIMENSIONE INTERIORE PIU' PROFONDA.
NON SOLO : LA NOTTE HA IL POTERE DI DRAMMATIZZARE UNA GRAN PARTE DEL NOSTRO VISSUTO PROPRIO PERCHE' SA RIDURRE TUTTA ALLA SUA ESSENZIALITA': NON E' UNA NOVITA' CHE ALL'APPROSSIMARSI DELLE TENEBRE I COLORI PERDANO GRADUALMENTE LA LORO INTENSITA'; LA LORO BRILLANTEZZA A POCO A POCO SI AFFIEVOLISCE PER LASCIARE IL POSTO AI GRIGI SECONDO UNA SCALA CRONOMETRATA SEMPRE MENO DISTINTA, SINO ALLA INESORABILE PREVALENZA DEL BUIO. TUTTO CIO' DRAMMATIZZA ANCHE I NOSTRI SENTIMENTI,CI MOSTRA UNA REALTA' ATTRAVERSO UNA DIMENSIONE UNIVERSALE,QUASI FATALE, CI FA INSOMMA RITORNARE AD ESSERE QUEI BAMBINI CHE UN TEMPO ERAVAMO , CARICHI DI QUELLE NOSTRE ATAVICHE PAURE,QUELLE PAURE CHE CREDEVAMO DEFINITIVAMENTE SMARRITE E CHE PURTROPPO SONO DESTINATE A DARE UN PROFILO PECULIARE AD OGNI NOSTRO PERCORSO INDIVIDUALE.DAL CANTO SUO UN VIAGGIO DI NOTTE PORTA CON SE UNA CORSA EMOZIONALE PIU' FORTE DI QUANTO RIESCA AD OFFRIRE UN VIAGGIO DIURNO,COSICCHE' IL TRENO DIVENTA QUEL GIGANTE MECCANICO PIU' CHE MAI CAPACE DI PROTEGGERCI,RASSICURARCI,ACCOMPAGNARCI A DESTINAZIONE FINO ALLE PRIME LUCI DEL MATTINO .
LA VECCHIA LOCOMOTIVA RIESCE SEMPRE A DIMOSTRARCI CHE FRA I SIMBOLI RELATIVI AL FENOMENO DEL VIAGGIO IL TRENO RIMANE IL PIU' AVVINCENTE POICHE' IL SUO PERCORSO NON CONOSCE INCERTEZZE:LE ROTAIE SEGUONO CON PRECISIONE LA VIA PER PROIETTARSI SEMPRE E SOLTANTO IN AVANTI: CIO' CHE CONTA E' L'ANDARSENE COMUNQUE AVANTI COSICCHE' TUTTO CONTRIBUISCE A FAR RIEMERGERE ETERNI VALORI FONDAMENTALI : LA VOLONTA' A BATTERSI NELLA DIREZIONE DEL PROGRESSO E DEL FUTURO, SEMPRE SULLA STRADA DI UNA CONTINUA EVOLUZIONE DEL CAMMINO DELL'UMANITA'. LA NOTTE INSOMMA E' IL MOMENTO DEL " TRIP ", E' IL MOMENTO DEL VIAGGIO ANCHE IN TUTTE QUELLE ALTRE DIMENSIONI DELLA VITA E DELL'ESSERE.
PUR RIMANENDO SVEGLI IL FANTASMA DELLA NOTTE CI PRESENTA COSI L'ALTRA FACCIA DELLA REALTA' DEL VIAGGIO: IL MONDO CIRCOSTANTE E' IL MEDESIMO MA L'ATMOSFERA CREATA DAL BUIO E DALLA FIGURA DEL TRENO CHE IMPLACABILMENTE PENETRA IN QUELLE TENEBRE E' RADICALMENTE CAMBIATA: SIAMO ORMAI ENTRATI NEL MONDO DEL
SILENZIO E IL SILENZIO POSSIEDE UNA IMPAREGGIABILE MAGIA: IL MISTERO. LA MAGIA HA UNA SUA VIBRAZIONE E NON E' FACILE FOTOGRAFARE QUESTA VIBRAZIONE MA SE SI VUOLE SI PUO' TENTARE.
LA NOTTE E' TUTTALPIU' ASSIMILABILE ALLA BARCA DI CARONTE ,QUELLA BARCA DESTINATA A CONDURCI LUNGO I SENTIERI DELL'IRREALE.
RENDERE UN SOGNO O UNA SITUAZIONE DA SOGNO CON UNA FOTO, QUESTO FORSE, E' PIU' FACILE.

LUCIANO POZZI

Share
Link
https://www.lucianopozzi.net/cavalli_d_acciaio-w3259
CLOSE
loading