lucianopozzi.net logo

FRANK GEHRY : LA FORZA DELLA MATITA

LO SCHIZZO E IL MODELLO SONO QUALCOSA DI PIU' CHE METODI DI RAPPRESENTAZIONE DELL'ARCHITETTURA:
STRUTTURANO I CARDINI DEL PROGETTO, NE SVELANO I VALORI SIMBOLICI. L'IDEA PRENDE FORMA NELLO SCHIZZO, LA FORMA PRENDE CONSISTENZA NEL MODELLO. LE OPERE DI GEHRY IRROMPONO NELLO SCENARIO DI UN PAESAGGIO O DI UNA CITTA' COME ENORMI MASSI PLASMATI DAL VENTO. OGNI SUA OPERA NON DERIVA TANTO DA UN PROCEDIMENTO PROGETTUALE CHE SI POSSA RIPETERE NE' TANTOMENO INSEGNARE , MA E' PURA E SEMPLICE STORIA A SE. NASCE DALLA SUA INTUIZIONE, CRESCE ATTRAVERSO LO STUDIO DEL LUOGO,LE SUGGESTIONI CULTURALI,IL CONFRONTO CON LA STORIA, IL TUTTO MEDIANTE UNO STUDIO ATTENTO DEI MATERIALI SCELTI E IMPIEGATI PER GLI EFFETTI CHE POSSANO PRODURRE SULL'AMBIENTE CIRCOSTANTE.
FRANK GEHRY LAVORA AI SUOI PROGETTI COME AD UN PATRIMONIO DI FORME IN MOVIMENTO:L'EDIFICIO TERMINATO NON E' CHE UN FOTOGRAMMA BLOCCATO, COLTO NELL'ATTO DI MUOVERSI,CHE PARE DESCRIVERE UN ISTANTE FISSATO NEL SUO DIVENIRE.
ARRIVANDO A PIEDI ATTRAVERSO PICCOLE STRADINE DEL CENTRO STORICO DI BILBAO L'IMPATTO E' PIU' CHE MAI SCENOGRAFICO : DI FRONTE ALLA PROPRIA VISTA SI STAGLIA UNA MONTAGNA DI TITANIO CHE IN UN PRIMO MOMENTO SEMBRA SEGUIRE LA COLLINA SULLO SFONDO: AVVICINANDOSI SI SCOPRE CHE CAMBIA CONTINUAMENTE FORMA, SI DILATA E SI COMPLICA, ASSUME SEMBIANZE SEMPRE DIVERSE SINO A CONDURRE IL VISITATORE IN UN INGRESSO DI PIETRA CHE INTRODUCE COSI ALL'INTERNO DEL MUSEO.
IL TUTTO APPARE COME UNA SCULTURA TALMENTE IMPONENTE DA MODIFICARE IL PROFILO DI UNA CITTA'.
I MUSEI DI GEHRY SONO TUTTE ARCHITETTURE MULTIFORMI E LABIRINTICHE ,INCASTRATE NELLA CONSUETUDINE DEL PAESAGGIO URBANO,APPAIONO TALMENTE LONTANE DALLE GEOMETRIE DELLA TRADIZIONE DA SEMBRARE OGGETTI AMORFI O POLIMORFI CHE SCINTILLANO AL SOLE ATTRAVERSO LAMINE DI UN METALLO INCURVATO COME QUESTA DI BILBAO , OPPURE SI ALLINEANO SUL TERRENO COME BLOCCHI ISOLATI DI CEMENTO E PIETRA.
VISITARLI SIGNIFICA IMMERGERSI IN UNA SEQUENZA DI AMBIENTI COLLETTIVI E DI SCORCI INATTESI CHE PRELUDONO QUASI SEMPRE AD UNA SINGOLARE PASSEGGIATA NELL'ARTE.
NELLO STESSO MOMENTO IN CUI LA CITTA' ENTRA A FAR PARTE DEL MUSEO, IL MUSEO DIVENTA PARTE DELLA CITTA',NE DEFORMA IL PROFILO CON LA SUA SAGOMA AUDACE E RENDE LA CITTA' UNO SFONDO STRAORDINARIO ENTRO CUI OSPITARE UNA SCULTURA PENSATA COME LUOGO DELL'ARTE.
loading